Gli algoritmi di google

Nel nostro primo articolo abbiamo accennato qualche nozione di SEO e trattato dell’importanza della visibilità online.

Oggi vorremmo dare continuità agli argomenti sopracitati e darvi modo di capire come i motori di ricerca ragionano.

Internet, come tutti sappiamo, è un mondo vastissimo in cui poter trovare qualsiasi tipo di informazione.

Possiamo immaginarlo come la più grande biblioteca di questo mondo, dove però qualcuno si è divertito a far cadere tutti gli scaffali. La quantità delle informazioni a nostra disposizione è veramente molto elevata, il problema dunque rimane trovare quelle che sono a noi più opportune.

 

La chiave di questa tematica sono i motori di ricerca, quest' ultimi ci danno modo di reperire informazioni tramite frasi o parole chiave.

Sicuramente la prima parola che ci balza in mente è Google.

Quante volte si sente nominare questo nome nell’arco di una giornata? Veramente tante!

Perchè ebbene si, Google è il sito più visitato al mondo, tutti ne parlano e tutti lo utilizzano. Ma ci siamo mai chiesti realmente come funziona? Qual è il processo che ci permette di trovare le informazioni che desideriamo?

 

Anche google riceve suggerimenti...

Vi siete mai accorti che spesso i risultati non sono identici per tutti?

Come forse avrete notato, quasi sempre all'interno dei risultati delle ricerche sul web vengono inseriti contenuti personalizzati per ogni utente.

Questa tecnica è chiamata user profiling ed è utilizzata dalle aziende leader presenti su internet per captare le nostre intenzioni. Si basa sul salvataggio di informazioni e preferenze dei singoli utenti, che verranno poi utilizzate per aumentare la conversion rate. Questo processo interattivo è svolto da calcoli matematici chiamati algoritmi.

 

Cos’è un algoritmo?

Il termine algoritmo indica un procedimento sistematico di calcolo, un ragionamento che, attraverso una serie di passaggi, conduce alla soluzione di un problema.

Google ha sviluppato una serie di processi allo scopo di fornirci informazioni più attinenti alle nostre parole di ricerca.

Gli algoritmi di Google sono dei programmi informatici che, grazie a delle regole e formule ben specifiche, stabiliscono, dopo un’accurata analisi delle pagine web, in quale posizione deve stare un determinato risultato all’interno della SERP. ( Search Engine Results Page)

Sebbene non conosciamo la vera struttura di questi complessi ragionamenti, nel corso degli anni molti esperti hanno cercato di interpretare nella maniera più vicina possibile il loro funzionamento.

 

algoritmi-ricerca-google

 

I piu popolari algoritmi di google

Dalla sua nascita Google ha variato molte volte gli algoritmi di ricerca e nel corso degli anni sono stati pubblicati molteplici aggiornamenti per migliorarne l’utilizzo.

Parlare in modo sintetico di questo argomento risulta piuttosto limitativo ma comunque cerco di citarvene alcuni, giusto quelli più significativi:

 

PageRank

È lo storico algoritmo del motore di ricerca. Attribuiva un valore alle pagine che ricevono link in entrata (backlink). È il risultato della link popularity.

 

Google Panda

Quest’ultimo colpisce contenuti di bassa qualitàsiti con molta pubblicità rispetto alla quantità dei contenuti e valorizza i siti con contenuti di qualità.

 

Freshness

Come dice il nome stesso, questo algoritmo premiava quei siti i cui contenuti venivano più spesso aggiornati.

 

Google Penguin

Questo aggiornamento era atto a punire i siti che utilizzano backlink non naturali per modificare la link popularity.

 

Google Pigeon

Da maggiore rilevanza ai risultati locali quando la ricerca ha un elevato legame con il territorio.

 

Mobile Friendly

È un algoritmo che premia quei siti con un design accessibile in modo ottimale anche sui dispositivi mobile come tablet e smartphone.

 

RankBrain

È stato sviluppato con tecniche di intelligenza artificiale. Interpreta le relazioni tra le parole e cerca di far comprendere a Google l’intento della nostra ricerca.

 

Ogni giorno internet ed i siti web in esso contenuti, vengono costantemente ampliati con nuove informazioni; è per questo motivo che gli algoritmi dei motori di ricerca, sono in continua evoluzione cercando di rispondere alle innumerevoli esigenze degli utenti.

Spero che questo piccolo specchietto di retroscena su un mondo che ormai tenta di coinvolgerci sempre di più sia stato di vostro gradimento.

Buona ricerca e buona settimana!

Condividi questo articolo: